Posts Tagged 'avellino rocchetta'

VI Giornata Nazionale delle Ferrovie Dimenticate

Locandina ridottaAnche quest’anno l’impegno dell’Associazione In_Loco_Motivi continua……

proseguendo l’azione civile di sensibilizzazione per la riapertura della tratta ferroviaria Avellino Rocchetta S. Antonio aderendo alla VI Giornata delle Ferrovie Dimenticate indetta da Co.Mo.Do per Domenica 3 marzo 2013

Anche nel 2013 In_loco_motivi non demorde e, malgrado per il giorno delle Ferrovie Dimenticate non si riesca ad avere un convoglio da far viaggiare sull’Avellino Rocchetta Sant’Antonio, si parte comunque, ma in autobus.

Le tappe simbolo saranno due, una il maestoso ponte principe di Lapio, la seconda a Lioni per una visita alla Mostra Permanente della Strada Ferrata Avellino-Rocchetta.

Così l’Associazione In_Loco_Motivi, in collaborazione con Irpinia Turismo, aderisce alla sesta giornata nazionale delle Ferrovie Dimenticate, organizzata da Comodo per il 3 marzo 2013, con un programma dedicato all’Irpinia ed al suo paesaggio. Ma questa giornata, alla luce degli ulteriori tagli ai trasporti e disinteresse della Regione Campania per le zone interne, è anche un momento per evidenziare come sia necessario più che mai preservare le strade ferrate contro l’avanzare del trasporto su gomma.

Continua a leggere ‘VI Giornata Nazionale delle Ferrovie Dimenticate’

Il Parlamento Europeo manifesta interesse sull’Avellino-Rocchetta

Ultimamente parlando dalla Val di Susa anche dalle nostre parti ci si è accorti di quel poco che resta del sistema ferroviario in provincia di Avellino. Un patrimonio ferroviario che rischia di essere cancellato dalla geografia ferroviaria italiana. La nostra città è l’unica città capoluogo della Campania a non avere più un collegamento ferroviario con Napoli, una intera tratta ferroviaria, la storica Avellino-Rocchetta, che interessa tutta l’area del “cratere” del sisma dell’80 è stata “sospesa”, un termine che in pratica corrisponde al preludio della sua soppressione, Ariano irpino, la seconda città dell’Irpinia, ha visto  diventare la sua stazione ferroviaria una struttura fantasma dove i treni non fermano più e quelli pendolari sostituiti con bus sostitutivi. Una situazione, quella ferroviaria dell’ Irpinia, che meriterebbe una attenzione particolare e che invece vede la nostra classe politica locale subire le scelte napolicentriste di un assessore regionale ai trasporti, Sergio Vetrella, che provocatoriamente continua con la politica dei tagli lineari, voluta dal suo presidente Caldoro. Come al solito scatta la regola del  “debole con i forti e forte con i deboli” salvo trovare qualche paladino del territorio che si gloria di leggere della presunta risoluzione di qualche problematicità locale con quanto scritto da qualche sodale cicisbeo con la vecchia logica del “grazie all’interessamento” dell’onorevole tal dei tali, ignorando la lotta degli abitanti di quella parte dell’Irpinia per la difesa degli ospedali in Alta Irpinia.

Continua a leggere ‘Il Parlamento Europeo manifesta interesse sull’Avellino-Rocchetta’

Il Treno Irpino del Paesaggio: PASQUETTA IN TRENO

…..prossima fermata…
MONTELLA
PASQUETTA IN TRENO
Lunedì 5 APRILE 2010
Ancora una Festa per la primavera

PROGRAMMA
8,30 Stazione FS Avellino: Partenza del treno Avellino – Montella
The e biscotti “clowneschi”
Il racconto del paesaggio e della linea ferroviaria Av_Rocchetta S.Antonio, a cura di Pietro Mitrione, Valentina Corvigno, Amici della Terra Irpinia Continua a leggere ‘Il Treno Irpino del Paesaggio: PASQUETTA IN TRENO’

…prossima fermata…ROCK’N WINE

…..prossima fermata….

ROCK AND WINE

Domenica  21  MARZO  2010

Festa della  primavera

PROGRAMMA

8,30 Stazione FS Avellino:  Partenza del treno Avellino – Lioni .

Colazione in treno

 

Il racconto del paesaggio e della linea ferroviaria Av_Rocchetta S.Antonio, a cura di Pietro Mitrione, Valentina Corvigno, Amici della Terra Irpinia

Associazione R N C D. Comunità di  Clown e Sognatori Pratici.

http://www.radunonazionaleclowndottori.org

“I CLOWN MIGRANTI “ : IL RITORNO

9,40  Stazione di Lioni  – Arrivo 

9,50  Stazione di Lioni  – Partenza

 Storia, cultura  e racconti della vite.

Le tre  DOCG della Provincia di Avellino.  a cura di Angelo Maglio delegato A.I.S. (associazione italiana somelier) di Avellino

 10,50  Stazione di Luogosano  – Arrivo 

Spostamento con navette vrso la Tenuta del Cavalier Pepe

 11,00 Visita Guidata alla “Tenuta Cavalier Pepe

Un Giorno in Irpinia.  _ a cura di Milena Pepe

Visita alla cantina, una passeggiata tra i Vigneti,

la degustazione dei DOC del Cavalier Pepe.

Via Santa V ara S.Angelo all’Esca . tel. 0827 73766 http://www.tenutapepe.it

 13,00  Ristorante enogastronomico “ La Collina ”  – Pranzo

Contrada Bosco S.Angelo all’Esca . tel. 0827 78012  http://www.ristorantelacollina.it  

 15,45  Rock and wine .Album Zootique

http://www.myspace.com/albumzootique.

MUSICA DA “LA STESSA MATERIA DELLE  STELLE ”

 16,30 Spostamento dal Ristorante La Collina  a Taurasi   con navette

 17.00  Visita  guidata al Centro storico di Taurasi

 18,25  Raduno partecipanti – navetta di accompagnamento alla stazione

18,50  Stazione di Luogosano  – Partenza per Avellino

 19,20  Stazione di Avellino – Arrivo 

Modalità di prenotazione:
 
 presso le sedi di 
Amici della Terra Irpinia – Largo Scoca (ang. ViaMacchia) , 2 Avellino
dalle ore 10 alle ore 13,00 e dalle ore 17,00 alle ore 19,30 da lunedi a venerdì  
Tel 0825786473 fax 0825248754 mail: amiterav@libero.it
SPI – CGIL – Viale Italia 40
 
Tel 340.6778150 mail: pietro.mitrione@tin.it
dalle ore 9,30 . alle ore 11,30. da lunedi a venerdì
Il contributo per partecipare alla giornata è di 35 euro /cad .I bambini versano un contributo di 20 euro/cad.
Il pagamento dovrà essere effettuato al momento della prenotazione con le seguenti modalità:

Tra apollineo e dionisiaco, amore in maschera.

IN_LOCO_MOTIVI- IL TRENO IRPINO DEL PAESAGGIO
Il treno come una continua scoperta delle terre d’Irpinia.
Carrozze ferroviarie come occasione di eventi e d’incontri

Tra apollineo e dionisiaco, amore in maschera

Prossima fermata: San Francesco a Folloni e Montemarano

Per programma e modalità di prenotazione vi rimando al link:

https://avellinorocchetta.wordpress.com/2010/02/10/tra-apollineo-e-dionisiaco/progr_treno_carneval-2/

Semel in anno licet insanire. A Carnevale tutto è permesso, anche innamorarsi. Continua a leggere ‘Tra apollineo e dionisiaco, amore in maschera.’

Il treno di Rocchetta. Ventinove anni fa.

Ventinoveanni dal terremoto del 1980, evento traumatico che ha mutato definitivamente e per sempre il paesaggio costruito dell’Irpinia ed il paesaggio interiore degli uomini e delle donne che in quella sera riconobbero il vento freddo della morte. La storicizzazione degli effetti della ricostrzuione postsismica, ormai è possibile e può servire a capire meglio lo sforzo che gli uomini e le donne – che allora casomai avevavno solo dieci anni – stanno compiendo per ricreare la costruzione del senso di una scelta fatta : quella di lottare e contribuire all’innalzamento della qualità della vita , la propria e quella dei propri figli,  restando in Irpinia.

La concretezza , più recente, di un  impegno “politico “, svolto , ad esempio, da Amici della Terra Irpinia, dall’Osservatorio CGIL, da IrpiniaTurismo ed insieme ad altri coraggiosi irpini, è stata quella di rimettere in corsa  ogni sabato e domenica, il treno che da Avellino raggiunge Calitri, sull’antica tratta ferroviaria Avellino-Rocchetta Sant’Antonio.

Il ramo secco, ancora una volta ha osteggaiato la sua sorte definitiva, vincendo una volta di più. Domenica 22 novembre 2009, la linea ferroviaria si è animato di gioia, vitalità, sorrisi. Lioni prima e poi Taurasi hanno accolto i 140 nuovi passeggeri, che con occhi nuovi guardano all’Irpinia. A ventinoveanni dal sisma, offro all’attenzione di quanti vorranno costruire altra memoria, un racconto pubblicato nel 1981 da Pironti Editore nella raccolta scritta a più mani da Salvatore Biazzo, Domenico Carratelli, Aldo De Francesco . Ultime voci dall’epicentro.-

Luca Battista

 

Il treno di Rocchetta.

Racconto da: Salvatore Biazzo, Domenico Carratelli, Aldo De Francesco . Ultime voci dall’epicentro, Pironti Editore, Napoli 1981

 

Nicola detto Nick tornò per vedere il treno. Era cu­rioso, ma tornò proprio per questo. Gli altri non gli crede­vano. Lui andò alla stazione. Un po’ lo  presero per matto. In quei giorni c’era altro da fare. Continua a leggere ‘Il treno di Rocchetta. Ventinove anni fa.’