CASTELFRANCI WINE FESTIVAL. Domenica 10 ottobre 2010

 

 

Castelfranci dal treno.

CASTELFRANCI WINE FESTIVAL

 

“Taurasi” Alta Valle del Calore

Festa della vendemmia con rievocazioni storiche
Valorizzazione Ferrovia Avellino-Castelfranci
…Visite guidate in Paese accompagnata dalla degustazione di Tipicità locali
Gara di pigiatura delle uve fra contrade.

PROGRAMMA scarica_progr_1O_OTT_2010

8,45 Stazione FS Avellino: Raduno dei partecipanti.

Possibilità di parcheggio libero in stazione

9,00 Partenza del treno Avellino – Castelfranci

fermate intermedie: Luogosano 9,34 ;

 Colazione in treno

 Il racconto del paesaggio e della linea ferroviaria Av_Rocchetta S.Antonio, a cura di Pietro Mitrione, Valentina Corvigno , Luca Battista

 Paesaggi e passaggi, uno sguardo sull’Irpinia

9,55 Stazione di Castelfranci – Arrivo

 10.00 Passeggiata verso il centro storico di Castelfranci:

Visita alla Fontana del Paradiso (del 1200)

Uno sguardo al vecchio mulino sul fiume Calore

Arrivo in P.zza Santa Maria del Soccorso e visita all’omonima chiesa e alla costruenda dimora della    vinoterapia

Proseguimento della passeggiata verso P.zza del municipio : Saluto del sindaco.

Apertura stand gastronomici, degustazioni e incontri con i produttori locali.

Dimostrazione della produzione della tipica “maccaronara” di Castelfranci.

Pigiatura dell’uva  in costumi d’epoca. Banda musicale.

Viaggio nella tradizione musicale .Cantautorando 

 14,00  Pranzo e convivialità.  Ristoranti “Stella e La Petra;

17,00  Tornando verso la stazione visita al vecchio Mulino di Bosco Baiano

 19.00 Partenza del treno per Avellino;

19,43 Stazione di Avellino – Arrivo

 

Modalità di prenotazione

Il contributo per partecipare alla giornata è di 35 euro /cad. I bambini dai 4 ai 10 anni versano un contributo di 25 euro/cad

Il pagamento dovrà essere effettuato al momento della prenotazione con le seguenti modalità presso :

 

Amici della Terra Irpinia Onlus

Tel 0825786473 fax 0825248754

mail: amiterav@libero.it 

Largo Scoca (ang. ViaMacchia), 2 Avellino

 

SPI – CGIL – Viale Italia 40 Avellino

Tel 340.6778150

mail: pietro.mitrione@tin.it 

 

Oppure:

Bonifico bancario intestato a

Amici della Terra Irpinia Onlus

Iban IT 72R0866115100 000 000 305277

Causale: contributo “In loco motivi” manifestazione del  10  ottobre 2010  e trasmissione via fax al numero 0825248754 della Attestazione di versamento.

2 Responses to “CASTELFRANCI WINE FESTIVAL. Domenica 10 ottobre 2010”


  1. 1 pietro mitrione 06/10/2010 alle 4:00 pm

    Ciao Petro,sono Carmine dell’Associazione Artetika di Montemiletto, ti invio la sintesi dell’incontro di stamattina che trasmetterò ai membri della mia associazione. Stamattina Eustachio, Ciriaco ed io ci siamo incontrati con il Signor Pietro Mitrione, del progetto InLocoMotivi IL TRENO IRPINO DEL PAESAGGIO.Questo progetto si concentra sulla linea ferroviaria che attraversa l’irpinia e prova a ragionare ripensando ad un uso della stessa legandola a progetti di rilancio economico e turistico, promuovendo eventi e manifestazioni dotate di uno ampio spessore sociale e culturale: Il 25 Aprile sono stati a Morra de Santis, patria di Francesco De Santis, a leggere la Costituzione….beh la cosa mi ha colpito!Hanno inoltre organizzato un evento intorno a tema dell’acqua a Caposele, così come noi abbiamo fatto quest’estate a Montemiletto con Acqua Permettendo.La nostra Associazione Artetika che lavora per la valorizzazione del territorio, tramite una promozione culturale ed identitaria, può legarsi a questo progetto trovando spazio un evento che offra la possibilità di conoscere e sensibilizzare sulle tematiche che più da vicino ci riguardano.Col signor Pietro stamattina abbiamo individuato una possibile data nella quale inserirci, il 27 o 28 novembre, giorni nei quali cade il trentennale del terremoto.Ci è sembrato un valido momento sul quale soffermare la nostra attenzione. Per noi il terremoto costituisce lo spettro di un passato non vissuto, ma comunque influente nelle nostre esistenze, un tessuto da esplorare e da scoprire.Cos’è stato effettivamente questo terremoto per chi lo ha vissuto in prima persona? Che incidenza ha avuto sul nostro territorio e sulla nostra cultura?Tramite il percorso in treno potremo ammirare il paesaggio irpino e capire che magari ad accomunarci come irpini non è solo la triste esperienza tellurica, bensì una più ampia comunanza geografica, antropologica ed economica.Il 27 novembre andremo a Conza della Campania, uno dei paesi maggiormenti colpiti dal sisma dell’80, incontreremo altre realtà culturali,forse a noi affini, scambieremo la nostra esperienza, le nostre emozioni e sensazioni, la nostra voglia di sapere come generazione, in un incontro dibattito che si soffermerà anche sul tema del terremoto e della memoria.La giornata avrà sicuramente un aspetto goleardico.Il programma della giornata, ancora in fase di definizione, prevede partenza in treno da Avellino alle ore 9:00 e fermata a Montemiletto alle 9:20 circa ,dove il nostro gruppo intraprenderà il viaggio.In compagnia di In loco motivi andremo verso Conza della Campania intrattenuti a bordo del treno dalla presentazione del territorio da parte dei promotori dell’evento che già da anni lavorano sul tema.Arrivati a Conza ci sarà una visita del paese accompagnati da un architetto locale, con possibile visita agli scavi e un incontro sul tema “Sisma dell’80”.Seguirà un pranzo e un successivo momento di convivialità nel quale intendiamo inserirci con il nostro movimento musicale i “Terrae d’Irpinia”.Quest’evento ci offre, innanzitutto, la possibilità di entrare in contatto con una più ampia rete associativa, che giova di un notevole tessuto culturale e ci permetterà di affacciarci ad una migliore e più consapevole conoscenza del nostro territorio irpino da una prospettiva paesaggistica, architettonica e culturale.Nell’adesione alla giornata la nostra associazione metterà a disposizione tutte le competenze e risorse, possedute e acquisite nel tempo, al fine di realizzare in congiunto un evento memorabile per la nostra più ampia comunità irpina.Intendiamo offrire per la realizzazione della giornata l’intrattenimento musicale con il Movimento TERRAE DI IRPINIA, movimento autonomo di ricerca musicale, nato anni fa e dal quale sono poi nate varie realtà musicali oggi operanti sul territorio, nonchè vincitore nel 2008 del Premio Cerca e Ricerca all’EuroFolk di Maiolati Spontini.Possiamo inoltre offrire la nostra partecipazione all’evento cercando di coinvolgere quante più persone possibile facendo leva sia sui nostri canali di comunicazione, che sulle conoscenze personali.Certi di poter collaborare congiuntamente alla manifestazione aspettiamo un incontro con gli altri partner del progetto, nella cui sede sarà possibile concordare il programma e valutare le reali possibilità di supporto da offrire.Saluti Carmine.

  2. 2 pietro mitrione 21/10/2010 alle 4:09 pm

    10 ottobre a Castelfranci

    La frase che più frequentemente, insieme con i saluti, si sente rivolgere al dott. Mitrione, deus ex machina ed appassionato sostenitore di queste iniziative è “Grazie di tutto; non ci sono parole!”.
    Già dalle scuole elementari si insegna a descrivere una gita domenicale.
    “Un bel viaggio rilassante in treno attraverso paesaggi commoventi nella loro bellezza, paesi antichi arroccati sui loro cucuzzoli, gente simpatica e cordiale, ospitalità, convivialità, animazione sul treno (cantanti, complessi, clowns) e ‘rianimazione’ (biscotti e bevande fredde o calde, offerte con garbo da accompagnatrici, insostituibili presenze, sempre disponibili), saperi e sapori della nostra tradizione”.
    Sembra che si sia detto tutto, ma non è così. Difficile è descrivere l’atmosfera: tutto è slow, dal viaggio, alle passeggiate, al pranzo. Questa atmosfera proustiana ci ossigena l’anima. Si ritrovano alunni dimenticati, si riallacciano amicizie perdute nel frenetico ritmo quotidiano, si creano nuovi rapporti chiacchierando e ricordando persone del nostro comune passato, si rivedono, a volte dopo anni, volti antichi. Tutte cose, queste, di grande importanza ad una certa età.
    Di queste belle passeggiate ne abbiamo fatte tante, se non tutte e, tutte ci hanno lasciato qualcosa nel cuore, ma un ringraziamento speciale deve andare agli organizzatori e agli amici di Castelfranci, Sindaco e avvocato Pacifico in testa, che ci hanno accolto con l’affetto e la semplicità dei vecchi amici.
    Grazie di tutto a tutti e che si continui così; arrivederci alla sagra del tartufo e della castagna.

    O. A.D.F.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger cliccano Mi Piace per questo: