ECCO LE DATE FINO A PRIMAVERA

In accordo con FS e ACAM, abbiamo fissato le date 2010 dei nostri viaggi in treno.

Già dal 13 dicembre 2009, abbiamo ottenuto dall’ACAM, la possibilità di utilizzare  il treno Avellino-Rocchetta S.A., almeno una domenica al mese, per percorsi turistici attraverso l’Irpinia. Oltre alle domeniche perviste, gli eventi potranno ripetersi nei sabati successivi. Ecco quindi le nuove date per l’inizio del 2010:

– 24 GENNAIO 2010:  TRENO DELLA NEVE, destinazione LACENO;

– 14 FEBBRAIO 2010:  TRENO DI SAN VALENTINO;

– 07 MARZO 2010:  PARTECIPAZIONE ALLA MANIFESTAZIONE NAZIONALE “IIIa GIORNATA NAZIONALE DELLE FERROVIE DIMENTICATE”: durante questa giornata il treno percorrerà l’intera tratta da Avellino fino a Rocchetta S. Antonio;

– 21 MARZO 2010: TRENO DELLA PRIMAVERA;

A breve forniremo i dettagli di programma di ogni data.

Dopo il 21 marzo sono previste date fino a giugno 2010.

E’ già in programma la partecipazione di INLOCO_MOTIVI, alla manifestazione nazionale di CAIRANO 7X, in giugno.

E sono in programma giornate didattiche per le scolaresche, durante i sabati di aprile e maggio, per permettere agli studenti di conoscere a fondo il partimonio verde, la cultura e le tradizioni del loro territorio.

1 Response to “ECCO LE DATE FINO A PRIMAVERA”


  1. 1 Alfredo Cianelli 13/01/2010 alle 3:54 pm

    Più che un commento al viaggio, preferirei comunicare alcune impressioni che io e mia moglie (altra accanita sostenitrice di queste iniziative) abbiamo registrato in questa passeggiata.
    Non a caso uso il termine “impressione” perché colori e aria sono stati gli ingredienti fondamentali di questo percorso. Salendo di tono, capisci anche perché gli impressionisti si ostinavano a voler dipingere “en plein air”: cogliere i colori, i profumi e i brividi che solo una totale immersione può dare. La mia fotocamera ha miseramente cercato di fare lo stesso, il risultato è quello di un dilettante, ma ciò che conta è il sentire. Esagero se dico che è stato come visitare una mostra di Claude Monet? Forse. Ma la luce che ci ha accompagnato, tenue all’alba e radiosa in quella mattina fredda di autunno, ci ha regalato piacevolissime emozioni! I colori dominanti erano il giallo, il rosso, il verde, l’arancio, tutti nei più svariati toni e combinati perfettamente.
    E poi i passeggeri. Qualche studente e pochissimi altri; distratti, abituati all’ambiente, con i loro problemi, assonnati, tutti scendono a Lioni, solo uno sale, vestito di povere cose, e scende in solitudine e in aperta campagna a Morra. E ti domandi come ha potuto nascere in quel posto un seme che ha rivoluzionato la letteratura italiana.
    Invito tutti a questo viaggio. Possibilmente da soli, senza aspettare eventi speciali. Se hanno organizzato un treno speciale per Rocchetta per andare alla fiera del… andateci, anche questo va fatto ed è di fondamentale importanza se non si vuole vedere soppressa questa linea. Ma vorrei solo dare un consiglio: una mattina, se non avete di meglio da fare, andate alla stazione, salite sul treno, mi raccomando di comprare il biglietto su internet o la sera prima perché il treno parte prima dell’apertura della biglietteria, e semplicemente con la faccia appiccicata al finestrino fatevi passare davanti agli occhi un pezzo di storia di questa terra povera ma dignitosa. Per ritornare alle 11,30 del mattino nella capitale, Avellino, che questa storia la sta tradendo. Alfredo Cianelli


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger cliccano Mi Piace per questo: